Molte ragazze si chiedono spesso se è possibile continuare gli allenamenti durante il ciclo, precisamente nella fase mestruale. La risposta è si ma dobbiamo conoscere alcuni fattori che ci permettono di adattare il lavoro alle varie fasi del menarca.

 

 

CICLO E SUE FASI.

Il ciclo mestruale compare circa nella fase puberale (10-13 anni) e termina con la menopausa (circa 50-55 anni).

Si suddivide in 4 fasi:
 mestruale (1° al 4° giorno)
 follicolare o post mestruale (5° al 11° giorno)
 Fase ovulatoria (12° al 22° giorno)
 pre mestruale (23° al 28° giorno).

 

 

ORMONI PROTAGONISTI

L’ipotalamo secerne il GnRh (Gonadotropin Relaising Hormon, ormone di liberazione delle gonadotropine) che controlla il ciclo attivando l’ ipofisi la quale secerne ormoni quali LH e FSH che provocano la produzione dell’ estrogeno e dei progestinici cioe’ ormoni steroidei femminili. Altro ormone è la prolattina che stimola la crescita delle mammelle e successivamente di latte. Viene prodotto anche in seguito a carichi fisici.

 

 

ATTIVITÀ FISICA DURANTE IL CICLO.

Durante la fase mestruale si possono perdere in media 60 ml di sangue e questo psicologicamente viene avvertito come qualcosa che inibisce la prestazione (Pahlke, Smitka 1977) sebbene non abbia alcuna influenza sulla prestazione (Israel 1979), infatti molte atlete hanno circa il 70% di ottenere risultati identici o migliori mentre il 30% presenta una diminuzione (Nocker 1980).

Nella fase post mestruale la forte produzione di ormoni FSH e LH e degli estrogeni, che hanno un potere anabolizzante, permette di lavorare anche con carichi pesanti per la forza.

La fase ovulatoria porta ad una maggior produzione di sangue e una diminuzione degli estrogeni quindi i carichi pesanti non sono più consigliati ma al contrario attività aerobiche più blande possono andare bene.

Infine la fase pre mestruale, come la mestruale, abbiamo una diminuzione della concentrazione e della coordinazione per cui gli allenamenti intensi vanno messi da parte per attività più blande.

CONCLUSIONI.

Se si considera che in diverse discipline sportivebsono stati ottenuti record mondiali in tutte le fasi del ciclo mestruale possiamo dedurre che nelle atlete allenate esso non influenza la prestazione sportiva.
Tuttavia questo non riguarda atlete di livello inferiore e le ragazze che frequentano la palestra in quanto necessitano di un adattamento all’allenamento in funzione delle varie fasi in cui si trovano. In ogni caso le donne che praticano attività fisica durante il ciclo lamentano meno alterazioni e dolori causati dal menarca e ciò potrebbe essere dovuto ad un aumento dell’irrorazione sanguigna al bacino e alle endorfine.

Elia Vetricini Dott. in scienze motorie
seguimi
Latest posts by Elia Vetricini Dott. in scienze motorie (see all)