Lo stretching è comunemente prescritto con l’intento di aumentare la gamma di movimenti, aumentando il coordinamento muscolare e prevenendo l’immobilizzazione prolungata indotta dall’invecchiamento o da uno stile di vita sedentario. Le evidenze emergenti suggeriscono che lo stretching acuto o a lungo termine può modulare una varietà di risposte per la salute vascolare.

In particolare, la deformazione meccanica del letto vascolare accoppiata con la stimolazione delle fibre afferenti di tipo 3 del muscolo causa una cascata di eventi che si traducono sia nella vasodilatazione periferica che in un aumento della frequenza cardiaca, pressione del sangue e flusso sanguigno. Questo può avere importanti implicazioni per la futura medicina vascolare terapeutica e la salute cardiaca.

Tuttavia, l’idea che un componente cardiovascolare possa essere coinvolto nello stretching è relativamente nuovo. Pertanto, l’obiettivo primario di questa revisione è quello di evidenziare argomenti correlati allo stretching con la regolazione e funzionalità cardiovascolari.

 

 

L’attuale prova suggerisce che l’allungamento acuto provoca un significativo evento macro e microcircolatorio che altera il flusso sanguigno e il rapporto tra disponibilità di ossigeno e utilizzo dell’ossigeno. Questi cambiamenti vascolari acuti, se eseguiti in maniera cronica, possono comportare una migliore funzionalità endoteliale e / o una pressione arteriosa ridotta.

 

 

Sebbene siano stati postulati diversi meccanismi, una maggiore biodisponibilità di ossido di azoto è stata evidenziata come un promettente candidato per il miglioramento della funzionalità del vaso sanguigno. Complessivamente, le prove fornite in questa revisione suggeriscono che l’allungamento muscolare acuto o cronico possa servire come un nuovo intervento terapeutico a bassa intensità e in grado di migliorare diversi parametri della funzione vascolare.

Riferimento bibliografico:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28780647

Elia Vetricini Dott. in scienze motorie
seguimi
Latest posts by Elia Vetricini Dott. in scienze motorie (see all)